CCNL chimico-farmaceutico: approvato accordo scostamenti inflattivi. Dissenso Federazione Gomma Plastica
00
0
 

Il 13 luglio 2017 a nella capitale, la delegazione trattante FILCTEM CGIL, FEMCA, CISL, UILTEC UIL del contratto Chimico-Farmaceutico ha approvato all’unanimità l’ipotesi di accordo, sottoscritta il 27 giugno scorso, riguardante la verifica dello scostamento inflattivo registrato nel 2016.
Un’intesa orientata alla tutela del potere d’acquisto dei salari.
Nella stessa giornata la delegazione trattante unitaria del contratto Gomma Plastica esprime “forte critica e contrarietà rispetto alla posizione assunta dalla Federazione datoriale di categoria, che si è dichiarata contraria alla soluzione individuata per il settore chimico”.
Le segreterie nazionali di FILCTEM CGIL, FEMCA, CISL, UILTEC, UIL hanno espresso il loro dissenso sostenendo che “Confindustria non può pensare che i contratti siano figli dell’aritmetica degli automatismi. I nostri contratti  sono dinamici e flessibili e devono avere al centro un sistema di relazioni industriali partecipativo in grado di produrre soluzioni condivise. Non si può pensare che nelle dinamiche dell’industria 4.0 si possa essere competitivi riducendo i salari; noi pensiamo che si possa affrontare l’innovazione dando valore al lavoro”.
I sindacati hanno sottolineato l’importanza di tutelare l’autonomia del tavolo di verifica con la Federazione Gomma Plastica, in modo da non subire l’influenza del confronto aperto a livello confederale sulla revisione del sistema contrattuale.

Federazione Gomma Plastica: http://www.federazionegommaplastica.it
Famindsutria: https://www.farmindustria.it